.

GREEN PARK RESORT

allegati

Residenziale-toFull:
Terziario-toFull:
Turistico-toFull:
Urbanistica-toFull:
Pubblico-toFull:
Concosi-toFull:
Multifunzionale-toFull:
Interni-toFull:
Residenziale
Terziario
Turistico
Urbanistica
Pubblico
Concorsi
Multifunzionale
Interni
Residenziale-toFull:
Terziario-toFull:
Turistico-toFull:
Urbanistica-toFull:
Pubblico-toFull:
Concosi-toFull:
Multifunzionale-toFull:
Interni-toFull:
Residenziale
Terziario
Turistico
Urbanistica
Pubblico
Concorsi
Multifunzionale
Interni
Residenziale-toFull:
Terziario-toFull:
Turistico-toFull:
Urbanistica-toFull:
Pubblico-toFull:
Concosi-toFull:
Multifunzionale-toFull:
Interni-toFull:
Residenziale
Terziario
Turistico
Urbanistica
Pubblico
Concorsi
Multifunzionale
Interni
Residenziale-toFull:
Terziario-toFull:
Turistico-toFull:
Urbanistica-toFull:
Pubblico-toFull:
Concosi-toFull:
Multifunzionale-toFull:
Interni-toFull:
Residenziale
Terziario
Turistico
Urbanistica
Pubblico
Concorsi
Multifunzionale
Interni
Residenziale-toFull:
Terziario-toFull:
Turistico-toFull:
Urbanistica-toFull:
Pubblico-toFull:
Concosi-toFull:
Multifunzionale-toFull:
Interni-toFull:
Residenziale
Terziario
Turistico
Urbanistica
Pubblico
Concorsi
Multifunzionale
Interni
Residenziale-toFull:
Terziario-toFull:
Turistico-toFull:
Urbanistica-toFull:
Pubblico-toFull:
Concosi-toFull:
Multifunzionale-toFull:
Interni-toFull:
Residenziale
Terziario
Turistico
Urbanistica
Pubblico
Concorsi
Multifunzionale
Interni
Residenziale-toFull:
Terziario-toFull:
Turistico-toFull:
Urbanistica-toFull:
Pubblico-toFull:
Concosi-toFull:
Multifunzionale-toFull:
Interni-toFull:
Residenziale
Terziario
Turistico
Urbanistica
Pubblico
Concorsi
Multifunzionale
Interni
Residenziale-toFull:
Terziario-toFull:
Turistico-toFull:
Urbanistica-toFull:
Pubblico-toFull:
Concosi-toFull:
Multifunzionale-toFull:
Interni-toFull:
Residenziale
Terziario
Turistico
Urbanistica
Pubblico
Concorsi
Multifunzionale
Interni

text

Sito:
Calambrone (Pisa)
Progettista:
Arch. Beniamino Cristofani
Data Progetto:
1998
Data Completamento:
2004
Committente:
Emmetre S.n.c.
Superficie Area:
54715.00 mq
Volume Edificato:
51185.00 mc

La Fondazione CISO, finita di costruire nel 1957, era una scuola operaia, qui venivano alloggiati e formati metalmeccanici che poi trovavano occupazione nelle fabbriche di automobili italiane o all’estero, soprattutto in Germania.

Il complesso immerso in un parco di circa 6 ettari era formato da 15 edifici: palazzine per l’alloggiamento, capannoni per i laboratori, aula magna, refettorio e un edificio di ingresso con uffici direzionali. Caratteristica dell’impianto era la disposizione dei corpi di fabbrica verso i margini dell’area, in modo da lasciare libera una grande area verde centrale.

L’architettura degli edifici non era di livello tale da auspicarne il recupero, ma proprio la disposizione planimetrica ne ha suggerito la conservazione per preservarne l’assetto morfologico in relazione al verde.

L’opera di riconversione a grande struttura ricettiva e servizi si è limitata all’inserimento di pochi elementi funzionali indispensabili alla nuova destinazione. Gli ascensori, la hall, il ristorante, il bar della piscina, i volumi di ingresso e di connessione dei vari edifici sono stati concepiti come elementi tendenzialmente “neutri”, ma piuttosto diversi dalla preesistenza, in modo da garantirne la riconoscibilità arricchendo l’articolazione architettonica. L’uso dell’acciaio inox e del vetro è stato voluto perché le aggiunte assumessero il colore dei riflessi del contesto verde, piuttosto che una connotazione protagonista. Di notte l’illuminazione di questi corpi arricchisce il parco come fossero grandi lanterne.

Nell’insieme sono state realizzate 152 suite e junior suite, 7 residence, un ristorante per banchetti da 600 coperti, uno alla carta per 150, un auditorium polivalente da 750 posti, piscina-bar-grill esterna, centro benessere-SPA, 2 campi da tennis, reception.

Il complesso è servito da un sistema di viali interni pedonali immersi nel verde, percorsi anche da piccoli mezzi elettrici di servizio ed alcune biciclette, in caso di necessità è possibile raggiungere ogni fabbricato con i mezzi di soccorso.

Si è cercato di creare una specie di piccola città-giardino, dove le varie funzioni, ben integrate nel parco, trovano alcuni punti nodali di centralità ed aggregazione.